Pollaio sociale, ragazzi e galline felici

Il 22 aprile del 2018 è stato inaugurato il Pollaio sociale, frutto dell’iniziativa “Gallina felice”, a Ozzano dell’Emilia, sui terreni della fattoria sociale della cooperativa Dulcamara.
Al progetto, di marchio SEACOOP, ha partecipato, oltre CSAPSA e Dulcamara, anche Verde Mondo per il montaggio della struttura che può arrivare a ospitare fino a 100 galline ovaiole.

Un momento della cerimonia di inaugurazione del pollaio sociale.

Le galline, gli spazi, il confezionamento e la vendita delle uova biologiche e a km zero sono curati da giovani dai 14 ai 25 anni che frequentano, o hanno frequentato il servizio psico-educativo e riabilitativo di Casa gialla. A questi si aggiungono anche ragazzi tra i 14 e i 18 anni di età che non fanno parte di Casa gialla ma che hanno bisogno di un periodo di osservazione e orientamento lavorativo all’esterno delle strutture scolastiche che abitualmente frequentano.

Il lavoro presso il pollaio è considerato un momento di formazione e possibilità di apprendimento sociale fatto in situ. L’obiettivo è l’acquisizione di pre-requisiti lavorativi, ossia di competenze trasversali che poi potranno essere affinate in situazioni di lavoro.
Il progetto è stato strutturato per fornire il massimo dei benefici a diverse categorie: oltre ai ragazzi, chiunque, comprese le imprese for profit, possono adottare una gallina e usare le uova fresche biologiche per la propria produzione. Persino chi consuma le uova prodotte nel pollaio gode di alcuni vantaggi: oltre al fatto di contribuire con un piccolo gesto a migliorare i servizi della propria comunità potrà sempre contare su uova fresche prodotte nel rispetto degli equilibri naturali.

Il pollaio sociale è un esempio di economia solidale che funziona, un sistema rispettoso dell’ambiente, degli animali e delle persone. Senza trascurare gli aspetti dell’alimentazione e quelli economico-sociali.
Qui sotto le foto di alcuni ragazzi che hanno partecipato al progetto.

Non è possibile lasciare nuovi commenti.