Servizi alle imprese

CSAPSA offre percorsi di Responsabilità Sociale d’Impresa alle aziende che si impegnano nell’inclusione sociale e lavorativa delle persone.

Dal 2010 a Bologna e provincia più di 100 imprese sono state premiate con il logo Azienda Solidale e nel territorio del comprensorio sanitario di Casalecchio di Reno dal 2012 si è costituito il network “InCerchio Casalecchio“, un circuito virtuoso tra le aziende volto a cercare nuove forme di collaborazione tra le Aziende Solidali.

Dal 2010 CSAPSA ha costituito Articolo 4, cooperativa sociale di tipo B, che include soci svantaggiati impegnati in azioni di promozione della cultura della Responsabilità Sociale d’Impresa tramite telemarketing sociale, attività di mailing, ecc.

Descrizione dei servizi offerti alle aziende

1- Incontri di sensibilizzazione

Brevi incontri di 2 ore su tematiche riguardanti il rapporto handicap e lavoro, riconducibili a casi concreti, con testimonianze di persone disabili, rivolti a piccoli gruppi di tutor da tenersi presso le aziende di appartenenza o in sedi dislocate nelle zone artigianali/industriali per aggregare partecipanti provenienti da diverse imprese, finalizzati ad attenuare eventuali diffidenze e pregiudizi e promuovere atteggiamenti di accettazione della diversità .

2- Incontri di informazione, propedeutici a successivi eventuali approfondimenti formativi

Cicli di 2-3 incontri indicativamente di 3 ore ciascuno, tarati sugli aspetti e sulle problematiche che sono chiamati ad affrontare i tutor, estendibili al bisogno, da svolgersi sia in piccoli gruppi che in forma personalizzata, presso le aziende di appartenenza, in sedi dislocate nelle zone artigianali/industriali o in aula didattica, con l’ausilio di supporti multimediali, analisi di casi e testimonianze di lavoratori disabili e altri tutor o responsabili aziendali, finalizzati a informare sulle potenzialità delle persone in situazione di handicap, a promuovere atteggiamenti di migliore accettazione e a fornire riferimenti per attivare al bisogno la rete di sostegno.

3- Moduli formativi di approfondimento, in progress rispetto ai precedenti

Da 1 a 5 incontri, indicativamente di 3-4 ore ciascuno, con periodicità quindicinale o mensile, riguardanti problematiche specifiche (ad es: comportamentali, di adattamento e riqualificazione su determinati mansionari e contesti, con il supporto di ausili particolari, ecc) da svolgersi sia in piccoli gruppi che in forma personalizzata, presso le aziende di appartenenza, in sedi dislocate nelle zone artigianali/industriali o in aula didattica, con supporti multimediali, analisi di casi e trasferimento di buone prassi sperimentate e documentate da lavoratori disabili, altri tutor e responsabili aziendali, psicologi, formatori e tecnici dell’inserimento lavorativo mirato, per promuovere capacità di mediazione, osservazione e supporto agli apprendimenti dei disabili in situazione.

4- Supporto e affiancamento “in situazione” alle funzioni svolte dai tutor

Consiste in interventi di entità variabile, fino ad un massimo di 50 ore, progettati ah hoc, personalizzati sulle specifiche esigenze dei tutor aziendali e sulle problematiche di impiego lavorativo delle persone in situazione di handicap da affrontare e risolvere nel contesto organizzativo e produttivo di riferimento.
Possono richiedere in via preliminare una analisi della situazione, da svolgersi in stretta collaborazione con i tutor ed i responsabili aziendali, per focalizzare meglio l’intervento e hanno l’obiettivo di supportare i tutor nella individuazione delle azioni più adeguate da intraprendere e delle modalità più efficaci da adottare per intervenire su: aspetti comportamentali, competenze sociali e prestazionali da migliorare, riposizionamenti organizzativi, tensioni e conflitti che si possono manifestare nel gruppo di lavoro, ecc.
Il supporto e l’affiancamento viene reso da personale specializzato (formatori, operatori guida, operatori della mediazione, accompagnatori, psicologi, esperti informatici e di adattamenti tecnologici) direttamente presso le aziende coinvolte in nuovi processi di inserimento o con già lavoratori disabili in organico.
Ove mutuabili e trasferibili si farà riferimento al repertorio dei casi, delle metodologie adottate e delle problematiche affrontate nei molti inserimenti effettuati in aziende, cooperative e cooperative sociali di tipo b, che potranno allo scopo essere coinvolte e portare con proprio personale tecnico un diretto contributo e apporto.

5 – Supporto nella predisposizione di adattamenti ergonomici e di ausili

Viene erogato un servizio di consulenza on site orientato a garantire l’adattamento ergonomico, con relativo uso di ausili, della postazione di lavoro in relazione alle condizioni ambientali, strumentali e organizzative in cui si svolgono le attività lavorative, alle esigenze del lavoratore disabile sulla base delle sue necessità fisiologiche, psicologiche e socio-culturali, e dei compiti che è chiamato a svolgere.

6 – Supporto al monitoraggio di andamento

Ci si riferisce in questo caso alla presenza di un operatore della mediazione che presso l’azienda di riferimento mette a disposizione del tutor, nell’arco di alcuni incontri informativi e di dimostrazione applicativa, strumenti pratici di osservazione, lettura e valutazione dell’andamento (check list, disponibile anche on line), allo scopo di monitorare l’inserimento lavorativo mirato di una persona disabile, coglierne le potenzialità e criticità, per preordinare in anticipo sostegni e interventi di regolazione correttiva o migliorativa.

7 – Supporti psicologici

Interventi di psicologi con competenza maturata nell’ambito dell’orientamento e dell’inserimento lavorativo di persone svantaggiate, in grado di analizzare e di affrontare le situazioni problematiche di tipo emotivo-affettivo-relazionale, disarmonie psichiche, tensioni e dinamiche conflittuali che possono coinvolgere i tutor ed i gruppi di lavoro che si rapportano con persone disabili, specie se con caratteristiche psichiatriche.

8 – consulenze dirette, telefoniche, on line

Per offrire velocemente indicazioni, consigli, informazioni ai tutor o per offrire un supporto consulenziale il più sollecito possibile a fronte di problematiche acute, viene messo a disposizione un servizio di consulenza con reperibilità su un apposito numero telefonico da comunicare alle aziende, che riceve le chiamate e fornisce una prima risposta ai problemi, attivando di seguito le competenze tecniche specifiche per sopralluoghi, consulenze in situazione, counseling aziendale.

9 – supervisioni

Expertise svolte da tecnici con competenze senior relative a problematiche di particolare complessità, da attivarsi, qualora si ravvisi la necessità, in via preliminare, nell’analisi della situazione, durante gli interventi di supporto e affiancamento ai tutor e/o al termine delle azioni poste in essere, per una valutazione di esito.

10 – raccordi di follow up

Interventi presso le aziende che hanno inserito persone disabili, effettuati indicativamente a distanza di 3, 6, 12 mesi dall’avvenuta assunzione, finalizzati ad una rilevazione del grado di integrazione lavorativa e sociale raggiunto, avvalendosi della già menzionata check list e di altri strumenti di analisi più approfondita.
Ogni intervento, sia esso rivolto alla persona svantaggiata o alla azienda, è progettato tenendo conto delle esigenze soggettive e di contesto specifiche, in stretto collegamento con i vari attori del sistema di welfare locale.
Tutte le azioni ed i servizi offerti sono, pertanto, modulabili, componibili ed integrabili tra loro e possono essere ulteriormente diversificati nella logica della progettazione personalizzata, secondo percorsi individualizzati e di rete.
Premio Logo Azienda Solidale

Logo di Azienda Solidale
Per conoscere i requisiti necessari… leggi tutto

InCerchio Casalecchio - Il Network delle Aziende Solidali

InCerchio Casalecchio – Il Network delle Aziende Solidali
www.incerchiocasalecchio.it

Articolo 4 - Agenzia Sociale

Agenzia Sociale Articolo 4

…leggi altre informazioni