CSAPSA

La cooperativa C.S.A.P.S.A. (Centro Studio Analisi di Psicologia e Sociologia Applicate) si è costituita a Bologna nel 1977 per operare nel campo socio-sanitario attraverso i contributi teorici delle discipline psicologiche, pedagogiche e sociologiche.

La progettazione e la gestione di “servizi alla persona” nell’area socio-educativa, la prevenzione e la riabilitazione dei minori a rischio di devianza e di esclusione sociale e disabili psicofisici minorenni e giovani adulti rappresentano le attività storiche dell’organizzazione.

portici200Dal 1999 la cooperativa è accreditata presso la Regione Emilia Romagna come ente di formazione professionale ed in questa veste organizza corsi indirizzati alle varie tipologie del disagio: disabili in uscita dalla scuola dell’obbligo, giovani esclusi dai tradizionali circuiti formativi, immigrati. Quello della formazione iniziale è un ambito di intervento tradizionale verso il quale la cooperativa ha consolidato nel tempo la sua esperienza. Recentemente è stato potenziato anche l’ambito della formazione continua superiore con azioni rivolte ad operatori del settore socio-sanitario, insegnanti, neolaureati del corso di laurea in Scienze dell’Educazione, ecc.

Sia per le attività definibili socioeducative che per quelle a maggiore rilevanza formativa l’attenzione della cooperativa, nella sua esperienza trentennale, si è sempre rivolta ad una nozione di svantaggio riconducibile a stati persistenti di malessere soggettivo e di squilibrio sociale motivati da limitazioni individuali, mancanza di opportunità, forti ostacolazioni nei contesti dove ogni individuo dovrebbe avere il diritto di condurre una un’esistenza dignitosa e sensata.

Si sono sempre più consolidati in questi anni rapporti di collaborazione con la Provincia di Bologna, con le Aziende USL del territorio regionale (città di Bologna e suoi distretti in particolare), con il Comune di Bologna e con altri Comuni limitrofi soprattutto, ma anche con enti locali di altre province della regione. Si sono al contempo ampliati i rapporti già esistenti con la Regione Emilia Romagna, l’Università di Bologna, il Ministero di Grazia e Giustizia e altri.

Secondo la modalità oramai imprescindibile del lavoro sociale di rete, C.S.A.P.S.A. agisce sul territorio spesso attraverso collaborazioni formali (A.T.I.. convenzioni, protocolli d’intesa ) informali e contatti con altre realtà significative appartenenti al mondo della cooperazione e dell’associazionismo.

La disponibilità della cooperativa ad un confronto continuo sulle tematiche oggetto della sua attività l’ha resa promotrice e/o partecipe di iniziative a carattere sociale e culturale realizzate sul territorio.

Per il raggiungimento dei suoi scopi sociali, e in conformità al sistema di valori espressi dalla propria mission, CSAPSA ritiene che la “forma cooperativa” sia quella che meglio di ogni altra consente di salvaguardare un principio essenziale del lavoro dell’operatore sociale, quello della sua partecipazione sia alla fase teorica che operativa di ogni intervento sin dal suo nascere, secondo uno schema organizzativo che prevede gruppi di lavoro intersecanti e diversificati per livello funzionale.

Ciò è ritenuto opportuno poiché l’elevata scolarizzazione dei soci e dipendenti e l’elevata anzianità media di servizio possano costituire un patrimonio essenziale all’interno dei gruppi di lavoro dove la convivenza con esperienze e competenze diverse costituisce momento di valorizzazione dell’educatore, potenziamento del gruppo di lavoro, elemento di qualità dell’intervento educativo e forma di professionalizzazione permanente.